Giovanni Gnocchi

 

Nato a Cremona, Giovanni ha studiato con Mario Brunello, Rocco Filippini, Enrico Bronzi, si è diplomato a Rovigo con Luca Simoncini e si è perfezionato per 2 anni con Clemens Hagen. Si è formato inoltre alle scuole europee di Steven Isserlis, Heinrich Schiff, Andràs Schiff, Ferenc Rados e Natalia Gutman.

Laureato in vari concorsi, Primavera di Praga ed Antonio Janigro di Zagabria per violoncello, in duo al Parkhouse Award della Wigmore Hall di Londra, ha vinto in trio il Concorso Haydn di Vienna alla Wiener Konzerthaus e il Borletti-Buitoni Trust Fellowship di Londra di Mitzuko Uchida.

Giovanni ha avuto la fortuna di suonare giovanissimo come solista assieme a Yo-Yo Ma che di lui ha detto “Ho suonato con un giovane pieno di talento che darà un grande contributo alla musica ovunque egli vada.”

Si è esibito come solista sotto la direzione di Gustavo Dudamel, Christopher Hogwood, Carlo Rizzi, Daniel Cohen, Pavle Despalj, in stagioni internazionali, dalla Wiener Konzerthaus all’Hong Kong Arts Festival, Mozart- Woche di Salisburgo, la Kurhaus di Wiesbaden, etc., suonando il Doppio Concerto di Brahms, il Triplo di Beethoven, i concerti solistici di Dvorak, Tchaikovsky, Schumann, Boccherini, Haydn e Gulda.

Fondatore ed animatore di importanti gruppi cameristici (Quartetto di Cremona, 1999-2001 e David Trio, 2002-2007), si è esibito più volte alla Wigmore Hall di Londra in duo con Mariangela Vacatello e si è distinto per le apparizioni cameristiche in duo con Alexander Lonquich (Unione Musicale di Torino, Serate Musicali di Milano), e in altre formazioni con Leonidas Kavakos, Ilya Gringolts, Olli Mustonen, Pavel Gililov, Itamar Golan, Pierre Amoyal, Andrea Lucchesini, Marco Rizzi, Danilo Rossi, Wolfram Christ, Gordan Nikolic, Jens-Peter Maintz, Alessio Bax ed i membri del Quartetto Hagen, nei festival più importanti, dal Casals Festival di Prades, alla nuova Ark-Nova in Giappone, al Lucerne Festival in trio con Olli Mustonen e Alessandro Carbonare, Open Chamber Music di Prussia Cove su invito di Steven Isserlis, Festival Radio-France di Montepellier, Verbier Festival.

Recentemente ha suonato in un concerto come solista con Mario Brunello a Parma, ha eseguito di nuovo il Concerto di Gulda con i fiati della Filarmonica del Teatro La Fenice di Venezia diretta da Enrico Bronzi, a debuttato in un progetto cameristico discografico per Deutsche Grammophone assieme a Marco Rizzi, Fabrizio Meloni, Laura Bortolotto e Danilo Rossi, con Alessandro Stella ha inciso in prima mondiale il Dialogo per violoncello e pianoforte di Giacinto Scelsi, e si ricordano i concerti al Tiroler Festspiele di Erl con Elizabeth Leonskaja, l’invito al Festival dell’Isola d’Elba di Yuri Bashmet e recentissimamente sostituire Nicolas Altstaedt alle Serate Musicali di Milano e a Varese in duo con Lonquich ed i musicisti del Lockenhaus Festival. Da 3 anni inoltre, con musicisti provenienti da tutta europa, America e Giappone, partecipa attivamente all’Ilumina Festival in Brasile e al Festival “Trame Sonore” di Mantova, dove la critica ha parlato di “Oscar della sorpresa alla formazione del violoncellista Giovanni Gnocchi, esibizione definita da autorevolissimi esperti di qualità stratosferica” ed il pianista Alexander Lonquich ha scritto di un’ “esecuzione veramente straordinaria, linguisticamente perfetta”.

Giovanni a 25 anni ha vinto il concorso di Solo-Cellist alla Camerata Salzburg, dove ha suonato per 8 anni collaborando con Leonidas Kavakos ed esibendosi anche come solista e camerista in tutto il mondo, dal Musikverein di Vienna al Lincoln Center di New York, Concertgebouw di Amsterdam, Tanglewood Music Festival.

Nella stagione 2011-2012 è stato Guest Principal Cellist nella Royal Philharmonic Orchestra di Londra con Daniele Gatti ed é stato spesso Guest Principal Cellist nei Münchner Philharmoniker, Philharmonia Orchestra di Londra, Mahler Chamber Orchestra con Daniel Harding, Orchestra Mozart con Claudio Abbado, Sydney Symphony Orchestra con Vladimir Ashkneazy, Co-Principal Cellist nella London Symphony Orchestra con Valery Gergiev. Dal 2008 ha suonato tutti gli anni nella Lucerne Festival Orchestra di Claudio Abbado.

Nel 2012, in seguito ad un concorso internazionale, Giovanni è stato nominato Professore Universitario di Violoncello all’Universität del Mozarteum di Salisburgo.

Leave A Reply